Blog: http://marla.ilcannocchiale.it

Il potere del deserto

Il deserto è l'ambiente della rivelazione, geneticamente e fisiologicamente alieno, sensorialmente austero, esteticamente astratto, storicamente nemico. [...] Le sue forme sono audaci e suggestive. La mente è sopraffatta da luce e spazio, dalla novità cinestetica dell'aridità, delle alte temperature e del vento. Il cielo del deserto è avvolgente, maestoso e terribile. In altri habitat la linea sopra l'orizzonte è interrotta od oscurata; qui insieme alla porzione superiore, è infinitamente più vasta di quella dell'ondulata campagna e delle foreste. [...] In un cielo non ostruito le nuvole sembrano più imponenti e a volte nel loro fondo concavo, riflettono con magnificienza la curvatura della terra. L'angolosità delle forme del deserto conferisce sia alle nuvole sia alla terra un'architettura monumentale [...] Nel deserto si recano profeti ed eremiti; viandanti ed esuli lo attraversano. I leader delle grandi religioni vi hanno cercato i valori spirituali e terapeutici del ritiro, non per sfuggire ma per trovare la realtà.

Paul Shepard - Man in the landscape: A historic view of the esthetics of nature

a tutti coloro in cerca del deserto... o della realtà

Pubblicato il 11/9/2008 alle 19.45 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web