Blog: http://marla.ilcannocchiale.it

Lo spirito del tempo

 

 

Uno dei caratteri peculiari del nostro tempo è che le scene più significative sono legate ad attori insignificanti. Soprattutto lo si vede nei grandi uomini: abbiamo l’impressione che si tratti di figure che potremmo incontrare ovunque […]. L’aspetto irritante di questo spettacolo è il legame tra una struttura così modesta e un potere funzionale così enorme. Questi sono gli uomini dinanzi ai quali tremano milioni di persone, dalle cui decisioni milioni di persone dipendono. Eppure bisogna ammetterlo, sono proprio quelle che lo spirito del tempo ha scelto con tocco infallibile, ammesso che tra i suoi diversi aspetti lo spirito del tempo possa assumere anche quello di una grande impresa di demolizione. Tutte queste espropriazioni, uniformazioni, liquidazioni, razionalizzazioni, socializzazioni, elettrificazioni, ricomposizioni fondiarie, ripartizioni e polverizzazioni, non presuppongono né cultura né carattere, che entrambi, semmai, recano danno all’automatismo. In questo paesaggio di officine, dunque, il potere è messo all’incanto e se lo aggiudica colui che dà ali alla propria insignificanza con una forte volontà.

 

Il trattato del ribelle – Ernst Jünger

 

…E allora verrebbe voglia di “passare al bosco”, “varcare con le proprie forze il meridiano zero” ed acquisire per sempre una libertà preziosa…la libertà di dire no

 

Per il momento vi saluto fortemente e festosamente!!!

Pubblicato il 4/4/2007 alle 9.56 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web