Blog: http://marla.ilcannocchiale.it

QUELLE PREZIOSE FOGLIE PER TERRA

Un maestro zen chiese a un suo discepolo di pulire il giardino del monastero. Il discepolo pulì il giardino e lo lasciò in uno stato impeccabile. Il maestro non rimase soddisfatto. Lo rispedì a pulire una seconda volta, e poi una terza. Scoraggiato il povero maestro si lamentò: “Maestro, non c’è più nulla da pulire in questo giardino! E già tutto a posto!”

“Tranne una cosa” rispose il maestro.

Scosse un albero e si staccarono delle foglie, che andarono a cadere per terra.

“Ora il giardino è perfetto” concluse.

 

Esiste un aspetto ordinario della mente che permette all’intelletto di lavorare nell’ordine, e un aspetto disordinato che permette all’inconscio di manifestarsi. L’ordine perfetto esiste solo accanto al disordine. L’ordine totale in un giardino uccide il giardino.

 

Il dito e la luna – Alejandro Jodorowsky

 

CAPIRE COME PULIRE IL NOSTRO GIARDINO...Lezione da non trascurare!

Pubblicato il 9/1/2007 alle 9.32 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web